Come annullare la fattura elettronica errata

Gennaio 21, 2019 | in

Entrata in vigore dall’1 gennaio 2019, la fattura elettronica, è ormai una realtà con la quale molti imprenditori e professionisti, sono obbligati a confrontarsi quotidianamente.

Ad essere esonerati, almeno per quanto riguarda l’emissione, in quanto non sono immuni  dall’essere destinatari di tale documento, sono: gli operatori sanitari, i piccoli produttori agricoli e i soggetti in regime di vantaggio e forfettario. 

Essendo una realtà di recente attuazione, i dubbi inerenti determinate operazioni non mancano. Ti può capitare, infatti, che nel predisporre una fattura, ti accorgi di aver sbagliato l’indicazione di qualche dato, e questo solo dopo averla inviata al SdI (Sistema di Interscambio). 

In questo caso di sarai chiesto “e ora come possono annullare la fattura elettronica errata?”

Questa è una delle tante situazioni che possiamo definirla inedita, ma che molti soggetti obbligati alla fatturazione elettronica si trovano a dover fronteggiare quotidianamente.  Oggi daremo le risposte a questo quesito, per renderti più facile la convivenza con l’attuale cambiamento dell’intero ciclo di fatturazione.

 

Fattura elettronica errata non trasmessa

 

Quando si predispone una fattura può capitare che ti rendi conto della presenza di un errore, però per fortuna non hai provveduto alla trasmissione al postino digitale, il SdI. In questo caso puoi tranquillamente modificare la fattura e poi trasmetterla al SdI o emettere una nuova indicando sia lo stesso numero che lo stesso progressivo del file.

 

Fattura elettronica errata trasmessa

 

La fattura errata, può accadere che venga trasmessa al SdI, poiché non ti sei accorto dell’errore.

Qualora ti troverai in questa situazione, dovrai innanzitutto:

comunicare al cliente l’avvenuto recapito della fattura

– e poi, per poter correggere l’errore, sarai “obbligato” ad emettere una nota di credito.

 

La nota di credito emessa dovrà riportare il motivo per il quale la fattura risulta essere errata. Allo stesso tempo dovrai procedere allo storno dell’intera fattura o di una parte di essa (dipende poi se il tipo di errore riguarda tutta o solo una parte di essa).

 

La nota di credito emessa dovrà transitare dal SdI e il cliente la potrà visionare o nell’apposita sezione del del portale “Fattura e Corrispettivi” dell’Agenzia delle Entrate oppure gli verrà recapitata tramite PEC.

 

Fattura elettronica trasmessa doppia

 

Quando la fattura, erroneamente, è inviata due volte, il SdI è in grado di capirlo, annullando la fattura duplicata, poiché non permette di inviare due volte la stessa fattura.

Può succedere, però, che la fattura, pur essendo duplicata, presenta qualche piccolo dato che la differenzia dall’altra. Nel caso di specie, dovrai accorgerti tu di questo errore, perché il SdI non è in grado di poter capire se sia un doppione, in quanto le due fatture risultano differenti.

Anche nel caso di doppio invio, per poter rimediare all’errore, dovrai inviare una nota di credito al cliente, seguendo la stessa prassi appena sopra indicata.

Come vedi, emettere una fattura non è facile, perché l’errore è sempre dietro l’angolo; rimediare all’errore può sembrare apparentemente facile, ma in realtà non lo è. A dimostrarlo sono i continui problemi che ogni giorno tutti i soggetti obbligati sono costretti a fronteggiare.

Grazie a Soluzione Contabilità tutto questo sarà gestito facilmente: invio, ricezione e conservazione della fattura semplicemente con un click! Ma non solo, perché questo software, grazie agli indicatori di bilancio, ti permette di avere rapidamente il controllo dei numeri della tua azienda, e averli costantemente aggiornati, sapendo in anticipo quante tasse andrai a pagare nonché i flussi di cassa di cassa della tua azienda.

Se hai sbagliato ad emettere una fattura elettronica, leggi qui:


Richiedi subito la tua prima consulenza gratuita.

Inizia subito