Detrazioni e deduzioni: definizione e differenze

di Soluzione Tasse
6 Mag, 2024
Tempo di lettura
( parole )

Conserva ora questo articolo!

Inserisci qui sotto il tuo nome e la tua email. Riceverai subito un'email, con un link per rileggere l’articolo tutte le volte che vuoi.

    Detrazioni e deduzioni sono due termini che vengono usati molto di frequente, specialmente quando si parla di imposizione fiscale. Anche se spesso si tende a confonderli fra loro, nella pratica vi è una grande differenza. Proprio per questo è importante comprendere bene quale sia tale differenza, soprattutto se ci si appresta a compilare una dichiarazione dei redditi. Cerchiamo allora di capire meglio in cosa si distinguono queste due diverse modalità di diminuzione delle spese.

    Cosa sono le detrazioni?

    Le detrazioni, ossia gli oneri detraibili, sono delle spese che vengono sottratte direttamente alle imposte da pagare abbassandone così l’importo. Una detrazione, per farla semplice, serve a ridurre l’importo delle tasse da versare.

    Un esempio di detrazioni, sono quelle per:

    • figli a carico;
    • interessi ipotecari;
    • donazioni effettuate a enti di beneficenza;
    • efficentamento energetico;
    • sanitarie;
    • istruzione.

    Per poter beneficiare delle detrazioni fiscali è necessario:

    • presentare la dichiarazione dei redditi;
    • conservare la documentazione che attesta l’effettività delle spese.

    Le detrazioni fiscali sono un importante strumento per sostenere i contribuenti permettendo loro di ridurre il carico fiscale e di incentivare determinati comportamenti.

    Cosa sono le deduzioni?

    Le deduzioni, ossia gli oneri deducibili, sono invece delle spese che vengono sottratte dal reddito diminuendo l’importo di reddito imponibile, vale a dire quella parte sottoposta ad imposta. Ciò significa che il contribuente e l’impresa pagheranno meno tasse in base all’importo dedotto.

    Esistono diverse tipologie di deduzioni aziendali. In generale, possiamo distinguere due cateorie di dezuoni:

    • spese inerenti: spese che seguono il principio di inerenza, quindi sono strettamente collegati all’attività d’impresa (acquisti di materie prime, canoni di locazione dei locali aziendali, stipendi dei dipendenti, spese per la pubblicità e marketing);
    • oneri deducibili: spese che non partecipano direttamente alla generazione di ricavo da parte dell’azienda, ma che comunque fanne parte della stessa e sono riconosciuti ai fini fiscali (assicurazioni, consulenze, interri e mutui).

    Esemplificando il tutto, supponiamo che l’azienda Alfa produca e venda divani. Quest’ultima può dedurre dal proprio reddito tutte le materie prime utilizzate per la produzione dei divani. Allo stesso tempo deduce anche gli stipendi dei lavoratori che partecipano alla produzione e l’eventuale canone di locazione aziendale.

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    Differenze fra detrazioni e deduzioni

    Detto ciò, andiamo a vedere ora quali differenze intercorrono tra i due termini:

    • deduzioni fiscali: riducono il reddito imponibile, ovvero la base su cui vengono calcolate le imposte. Questo significa che agiscono prima del calcolo dell’imposta lorda.
    • detrazioni fiscali: riducono direttamente l’imposta lorda già calcolata. Questo significa che agiscono dopo il calcolo del reddito imponibile.

    Con le deduzioni fiscali il risparmio corrisponde all’aliquota marginale Irpef moltiplicata per l’importo dedotto, dunque maggiore è l’aliquota IRPEF maggiore è il risparmio fiscale; nelle detrazioni fiscali, invece, il denaro che il contribuente risparmierà sarà pari alla percentuale dell’importo degli oneri che riducono l’imposta lorda.

    Sia per quanto concerne gli oneri detraibili che per quelli deducibili vengono poste delle soglie ben precise dall’Agenzia delle Entrate, soglie entro le quali queste agevolazioni fiscali vengono concesse. In certi casi, come ad esempio quello delle spese sanitarie, vengono anche stabilite delle franchigie entro le quali non viene attribuita l’agevolazione tributaria. Infatti, la detrazione in questo caso è pari al 19% Irpef al lordo su una franchigia pari a 129,11 euro.

    Come sfruttare efficientemente deduzioni e detrazioni

    Le deduzioni aziendali sono un importante strumento per pianificare la fiscalità dell’impresa. Permettono di ridurre il proprio carico fiscale e di aumentare la propria redditività. Tuttavia, è importante ricordare che per poter dedurre una spesa, rispettare i requisiti previsti dalla legge e abbattere la tassazione dell’azienda.

    Come Soluzione Tasse, grazie al nostro team di 35 professionisti, tra cui Dottori Commercialisti, Avvocati e Tributaristi, possiamo aiutarti a:

    • attuare una pianificazione fiscale strategica per ridurre il carico fiscale dal 20% al 70%;
    • tutelare il patrimonio aziendale per mettere la propria ricchezza al riparo dai possibili creditori (che possono essere Fornitori, Banche e soprattutto Fisco);
    • ottenere una crescita esponenziale, attraverso gli stessi strumenti che abbiamo usato per creare da zero e in soli 5 anni, un gruppo aziendale che fattura oltre 25 milioni e che abbiamo quotato alla borsa di Milano.

    Compila ora il questionario: 2 minuti del tuo tempo possono cambiare per sempre il tuo futuro fiscale, della tua impresa e della tua famiglia.

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    Condivi l'articolo