Holding company e distribuzione utili: come utilizzarla per azzerare le imposte?

Novembre 11, 2021 | in
Holding company e distribuzione utili

Azzeramento dell’imposta, gestione del risparmio ottimale e liquidità al sicuro: come utilizzare la holding company come strumento di pianificazione fiscale per la distribuzione degli utili? E perché gli imprenditori che non la stanno utilizzando stanno commettendo un errore clamoroso? Andiamo a scoprirlo insieme.

 

Holding company e distribuzioni utili binomio perfetto

 

L’utile prodotto dalla srl non può essere prelevato come succede in una normale ditta individuale, ma deve seguire un iter ben preciso. Infatti, il prelevamento dei guadagni della srl avviene tramite la distribuzione degli utili. Si lascia quella parte stabilita per legge, mentre il resto viene distribuito tra i soci per evitare che, nel caso in cui venga attaccata la società per qualsiasi problema, vengano toccati tutti i soldi.

 

Il problema però è che distribuire l’utile è abbastanza costoso. Infatti, la srl deve versare la ritenuta del 26% sull’utile distribuito. In pratica una doppia tassazione, perché lo stesso utile prima è tassato ai fini Ires, ora è tassato ai fini Irpef. 

 

Leggi anche: Distribuzione utili srl: come evitare di pagare la ritenuta del 26% e metterli al sicuro

 

In alcuni casi, infatti, per evitare la distribuzione degli utili, e quindi la doppia tassazione, vengono utilizzati particolari strumenti per garantire ai soci un prelevamento continuo senza aspettare l’approvazione del bilancio. 

 

In altri, invece, può essere utilizzato lo strumento per eccellenza della pianificazione fiscale: la holding company. Un utile strumento per evitare di distribuire gli utili e azzerare quasi l’imposta, perché molto spesso non vi è necessità di dover distribuirli. E questo perché si utilizzano altri strumenti per remunerare i soci.

 

Leggi anche: 3 vantaggi nascosti della srl holding

 

Il problema sorge nel momento in cui alla chiusura dell’esercizio la società presenta un consistente utile. In questo caso, per tutelarli nei confronti dei terzi, invece di distribuirli e pagare il 26% di tasse, le può confluire in una Holding: un contenitore che funge da cassaforte, e pagare solo l’1,2% di imposte.

 

Una tassazione doppia, ma minima

 

Gli utili distribuiti alla holding, grazie alla normativa PEX, concorrono alla formazione del reddito della stessa solo del 5%, il restante 95% è detassato.

 

In questo modo cosa succede? L’imprenditore si trova a gestire il risparmio in maniera più efficiente. In più subisce una tassazione che possiamo definire irrisoria, se pensiamo quanto costa la distribuzione degli utili. 

 

Quello che molti non considerano è che, la distribuzione degli utili, subisce una doppia tassazione. Infatti va considerato che quel dividendo viene tassato due volte

 

Leggi anche:  Aprire una holding: conviene? Quali vantaggi?

 

Si, due volte, purtroppo. E sai perché? Perché prima viene tassato ai fini Ires e poi ai fini, passateci il termine, Irpef, attraverso la ritenuta del 26%. Una doppia tassazione che, se calcoliamo la percentuale, arriva circa al 43,76%

 

Una stortura tutta italiana ma che purtroppo dobbiamo subire quando non abbiamo una conoscenza approfondita del Fisco e delle sue mille sfaccettature.

 

Con la holding, invece, l’utile superfluo, che non deve necessariamente essere distribuito, viene trasferito all’interno della stessa. Così facendo viene azzerata l’imposta del 26%. Infatti, si va a pagare solo 1,2% di imposte (come ti abbiamo spiegato prima) e il denaro è al sicuro dai possibili attacchi dei creditori.

 

Insomma, il dividendo subisce lo stesso una tassazione doppia, ma in questo caso minima: 24% di Ires sull’utile prodotto dalla srl, più 1,2% quando viene distribuito e conservato all’interno della holding company. 

 

Ma perché non tutti utilizzano questa strategia?

 

Purtroppo la maggior parte degli imprenditori, assistiti dai loro professionisti, si accontentano di dover fare tutta la trafila burocratica e costosa, distribuendo gli utili, invece di gestire il risparmio in maniera diversa.

 

E questo sai perché succede? 

 

Perché non tutti sono in grado, per tempo soprattutto, di verificare se ci sono strategie alternative e soprattutto utilizzarli. Eppure gli strumenti per utilizzare gli utili della srl ci sono, senza dover effettuare alcuna distribuzione. E proprio l’utilizzo della holding company può essere una valida alternativa. 

 

L’utilizzo della holding può sembrare facile, ma se non si adottano i dovuti accorgimenti può trasformarsi da alleato a nemico. Farsi aiutare da chi maneggia da tempo, costituendo centinaia di holding durante l’anno, potrebbe essere la soluzione ideale per gestire i guadagni in maniera totalmente diversa.

 

Come Soluzione Tasse, possiamo aiutarti ad elaborare una strategia completa e su misura per far sì che tu possa:

 

– ridurre il tuo carico fiscale e ottenere più liquidità per la tua azienda;

– superare la crisi economica attuale e il periodo di criticità che stiamo vivendo;

– crea una cassaforte di sicurezza che metta al sicuro il tuo patrimonio aziendale con strumenti legali.

Compila ora il questionario che trovi a questo link: 2 minuti del tuo tempo possono cambiare il tuo destino fiscale e patrimoniale – non perdere altro tempo inutile.


Richiedi subito la tua prima consulenza gratuita.

Inizia subito