Ricambio generazionale o affiancamento d’azienda: quale scegliere?

di Redazione Soluzione Tasse
27 Mar, 2024
Tempo di lettura
( parole )

Conserva ora questo articolo!

Inserisci qui sotto il tuo nome e la tua email. Riceverai subito un'email, con un link per rileggere l’articolo tutte le volte che vuoi.

    Ricambio generazionale o affiancamento d’azienda? Un dilemma che molte aziende a conduzione familiare si trovano ad affrontare, oggi più che mai. Questa scelta può plasmare il futuro dell’impresa, influenzandone la continuità e il successo. Analizziamo i pro e i contro di entrambe le strategie e come un’attenta valutazione di questi aspetti, unita ad una pianificazione patrimoniale strategica a lungo termine, possa guidare l’azienda verso la scelta più adatta alle sue esigenze garantendo continuità aziendale e preservando il valore del patrimonio familiare.

    Cosa significa ricambio generazionale per le imprese?

    Quante volte hai sentito parlare di ricambio generazionale come di un evento da temere, un salto nel buio verso un futuro incerto? In realtà, questa fase cruciale nella vita di un’azienda, può rivelarsi un’occasione imperdibile per innovare e rafforzare il tuo business.

    Il ricambio generazionale, dunque, è l’operazione attraverso la quale l’azienda passa dalle mani del fondatore agli eredi. In Italia, essendo per lo più aziende a gestione familiare, questa operazione si verifica quando il padre passa il timone dell’impresa ai figli.

    Il vantaggio di eseguire il passaggio generazionale è quello di:

    • garantire continuità all’azienda: il business resta fermo nella mani della famiglia. Inoltre, il fondatore, può fornire un importante aiuto nella fase iniziale cosicché non vengano trasferiti solo tutti gli asset, ma anche il know how;
    • inserire nuove energie: le nuove generazioni possono portare una ventata di freschezza e una visione innovativa del business, in linea con le ultime tendenze del mercato;
    • applicare le competenze digitali: il nuovo che avanza ha un’efficiente capacità tecnologica, arma vincente per competere nell’era digitale;
    • assicurare un approccio globale: le nuove generazioni hanno una mentalità aperta per intercettare nuove opportunità sui mercati globali.

    Il trasferimento dell’azienda non è un’operazione semplice come può apparire. Ci sono casi in cui i figli non vogliono portare avanti l’attività oppure non hanno le conoscenze necessarie per mandare avanti il business. Allo stesso pretendono che vengono inseriti nell’eredità. 

    E poi ci sono quei figli che vogliono prendere le redini aziendali, che hanno competenze specifiche nella gestione dell’impresa e vogliono prendere in mano il controllo del business. In questo caso, possono nascere tensioni familiari che possono portare al disfacimento dell’azienda ancor prima che venga trasferita. Oppure disincentivare il fondatore a trasferire l’azienda per evitare che sparisca.

    Un passaggio generazionale gestito male rischia di influire negativamente sull’andamento dell’azienda.

    La resistenza al “nuovo che avanza” è naturale, ma è fondamentale non farsi paralizzare dalla paura. Con un pizzico di lungimiranza e una pianificazione patrimoniale strategica, il ricambio generazionale può essere un processo graduale e positivo per tutti. Ancor di più se affiancato anche da una efficiente protezione del patrimonio.

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    Affiancamento d’impresa: cos’è?

    La riuscita del passaggio generazionale si ha quando il fondatore riesce a scollegarsi dalla vita dell’impresa per evitare che il bisogno di mantenere stabile il business possa condizionare le performance. Molto spesso, però, questo non succede: il fondatore tende sempre a pensare che la fortuna dell’azienda dipende solo da lui e difficilmente riesce a staccarsi dall’impresa.

    In questi casi, più che di passaggio generazionale potremmo parlare di affiancamento

    Nell’ottica del ricambio generazionale, l’affiancamento aziendale assume un ruolo di primaria importanza. Si tratta di un processo di formazione mirata che permette di trasferire le conoscenze, le competenze e l’esperienza della generazione uscente a quella emergente.

    Perché l’affiancamento è così importante?

    Ecco alcuni fattori:

    • Garanzia di continuità aziendale: attraverso l’affiancamento viene assicurato il trasmesso il know-how aziendale (utile per mandare avanti il business), preservando il valore del patrimonio immateriale e garantendo la continuità delle attività.
    • Inserimento e sviluppo di nuove competenze: le nuove generazioni acquisiscono le conoscenze base della gestione aziendale aggiungendo quel pizzico di abilità digitali (volano di crescita di molte aziende,. sopratutto nell’era in cui viviamo oggi).
    • Passaggio di consegne agile: il passaggio di responsabilità viene fatto in maniera graduale evitando discontinuità e creando un clima di fiducia reciproca.
    • Creazione di un team intergenerazionale: la collaborazione tra diverse generazioni favorisce lo scambio di idee e di esperienze, creando un ambiente di lavoro più ricco e stimolante.

    Il passaggio generazionale non è un’operazione che si può fare con un click, e poi perché i rischi di fallimento aziendali sarebbero molteplici

    Pertanto, per evitare che l’impresa perda il suo equilibrio, soprattutto nel breve periodo, il fondatore potrebbe anche non uscire subito di scena e affiancare l’erede che deve prendere in mano il timone aziendale. Ovviamente per un tempo limitato prima di passare le chiavi all’erede.

    Tuttavia, anche l’affiancamento non è privo di rischi, i problemi che possono sorgere son tanti. Uno fra tutti, la mancanza di unità d’intenti tra il fondatore e gli eredi. Questo potrebbe creare tensioni e ostacoli sia nella gestione quotidiana dell’azienda sia nel momento topico. 

    Come gestire il ricambio generazionale in azienda

    Il processo di ricambio generazionale, dipende da molti fattori. Ecco alcuni:

    • dimensioni e struttura aziendale;
    • dimensioni del patrimonio;
    • competenze degli eredi;
    • complessità del settore in cui opera l’azienda.

    Pertanto, non esiste una formula magica per gestire correttamente il passaggio generazionale. Ogni azienda è unica, con una storia, caratteristiche e un know-how prezioso da preservare.

    Proprio per questo, prima di avviare il processo di trasferimento, occorre fare una valutazione e analisi della struttura aziendale. Analizzare attentamente i punti di forza del tuo business è il primo passo per un futuro di successo, e poi comprendere chi davvero può gestire l’attività. 

    Solo un’attenta analisi aziendale quale sia, tra i tanti, il miglior strumento a tutela del passaggio generazionale.

    FAQ Ricambio generazionale: le risposte alle tue domande

    • Cosa si intende per ricambio generazionale?

    È quel processo che conduce al passaggio di capitale e della responsabilità gestionale dal fondatore ai propri figli, al fine di garantire la continuità dell’impresa.

    • Quante aziende sopravvivono al ricambio generazionale?

    Il 15% delle aziende familiari sopravvive al passaggio dalla seconda alla terza generazione. Mentre sono circa il 31% le aziende che sopravvivono al fondatore e solo il 4% arriva alla quarta generazione. (fonte Bocconi – Family Firm Institute- AIDAF 2017).

    • Quali strumenti utilizzare per effettuare il ricambio generazionale?

    Il Legislatore ha previsto numerosi strumenti a tutela del passaggio generazionale. Tanti strumenti quante possono essere le esigenze dell’impresa e dell’imprenditore stesso.

    Tra i vari strumenti a disposizione quelli più importanti sono i seguenti: patto di famiglia; trust;
    family buy out; scissione; holding di famiglia.

    • Quante aziende falliscono in Italia all’anno?

    Dall’inizio del 2023 sono 5.468  le imprese italiane che hanno dichiarato fallimento , in linea (+1,48%) rispetto allo stesso periodo del 2022, ma in diminuzione del 32,9% rispetto allo stesso periodo pre-pandemia (fonte: report Cribis).

    Non lasciare che il tempo sia un ostacolo

    Dunque, come hai potuto vedere il ricambio generazionale non è una minaccia, ma un’opportunità per costruire un futuro solido e duraturo per la tua azienda.

    Con il giusto supporto, potrai pianificare un passaggio graduale e sicuro, basato su un approccio strategico che valorizzi le tue risorse e prepari l’azienda al futuro.

    Cogli l’occasione per dare nuova linfa alla tua attività.

    Insieme, possiamo trasformare il ricambio generazionale in una storia di successo!

    Come Soluzione Tasse, grazie al nostro di team di 35 professionisti, tra cui Dottori Commercialisti, Avvocati e Tributaristi, possiamo aiutarti a:

    • fare una pianificazione fiscale strategica, attraverso la quale si può arrivare a ridurre il carico fiscale dal 20 al 50%;
    • tutelare il patrimonio aziendale e la salvaguardia del passaggio generazionale per mettere la propria ricchezza al riparo dai possibili creditori (che possono essere Fornitori, Banche e soprattutto Fisco);
    • ottenere una crescita esponenziale, attraverso gli stessi strumenti che abbiamo usato per creare da zero e in soli 5 anni, un gruppo aziendale che fattura oltre 25 milioni e che abbiamo quotato alla borsa di Milano.

    Compila ora il questionario: 2 minuti del tuo tempo possono cambiare per sempre il tuo futuro fiscale, della tua impresa e della tua famiglia.

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    Condivi l'articolo