Come e perché costituire una Società Tra Professionisti

di Soluzione Tasse
15 Nov, 2023
Tempo di lettura
( parole )

Conserva ora questo articolo!

Inserisci qui sotto il tuo nome e la tua email. Riceverai subito un'email, con un link per rileggere l’articolo tutte le volte che vuoi.

    Sono sempre più numerosi i professionisti che si aggregano tra di loro dando vita alla stp (società tra professionisti). In questo articolo vediamo cos’è questa società, come costituire una stp, i requisiti essenziali, qual è la forma giuridica migliore per aprirla e perché avviarla.

    Cos’è una STP?

    La società tra professionisti (stp) è una forma di attività d’impresa costituita tra professionisti iscritti agli albi professionali. Compare per la prima volta in Italia nel 2011 per offrire numerose opportunità ai professionisti che la costituiscono.

    La disciplina della stp stabilisce che una società deve:

    • svolgere attività professionale. 
    • essere costituita attraverso una forma societaria già presente nel nostro ordinamento e regolarne disciplinate.

    L’attività svolta può essere:

    • Monodisciplinare, quando l’oggetto sociale prevede l’esercizio di una sola attività professionale.
    • Pluridisciplinare, quando l’oggetto sociale, invece, prevede l’esercizio di più attività professionali.

    Leggi anche: Differenza tra STP e SRL: quale società scegliere per l’attività professionale?

    Come si costituisce una STP?

    La costituzione della stp avviene seguendo un iter procedurale ben delineato. 

    L’iter procedurale è il seguente:

    • presentazione domanda all’ordine: i soci che vogliono costituire una stp devono fare domanda al consiglio dell’ordine territorialmente competente dove si trova la sede legale della società. La domanda deve essere accompagnata da specifici documenti, quali: atto costitutivo o statuto della società, certificato di iscrizione nel registro delle imprese e all’albo.
    • iscrizione presso l’albo: il consiglio dell’ordine accetta la domanda, la analizza e verifica la conformità alle leggi, iscrivendo la società professionale nella sezione speciale dell’albo. 
    • iscrizione nella sezione speciale: il rappresentante della società, su sua richiesta, può iscrivere all’iscrizione presso il Registro Imprese.

    Il certificato di iscrizione deve indicare la qualifica di società tra professionisti. 

    Nella domanda vengono inseriti anche i nomi dei soci che fanno parte della società. Se ci sono cambiamenti come l’ingresso di nuovi soci, devono essere comunicati all’ordine. Se ci sono altre modifiche all’atto costitutivo, allo statuto o al contratto sociale, devono essere comunicate all’ordine. Questi cambiamenti influiscono sulla composizione sociale. 

    Chi può costituire una società di professionisti?

    Possono costituire una stp solo chi esercita una professione protetta. Nella sostanza le professioni protette sono le professioni regolamentate nel sistema ordinistico (ordini, albi e collegi). Non sono ammesse, infatti, le professioni non organizzate in ordini o collegi professionali.

    Pertanto possono svolgere attività professionale mediante società:

    • Infermieri, ma solo attraverso la cooperativa sociale.
    • Medici, veterinari, chirurghi, farmacisti, levatrici, fisioterapisti, psicologi e infermieri professionali.
    • Ingegneri e Avvocati.
    • Commercialisti ed esperti contabili.

    Leggi anche: STP e compenso ai soci: i vantaggi delle prestazioni accessorie

    Requisiti per costituire una società tra professionisti

    La costituzione di una società tra professionisti deve rispettare determinati requisiti. Vediamo quali sono:

    • Esercizio dell’attività: i soci della società devono svolgere solo attività professionale. Sono escluse, infatti, tutte quelle professioni che non hanno l’obbligo di iscrizione a ordini, albi o collegi.
    • Capitale sociale: il numero dei soci professionisti che partecipano al capitale deve avere almeno una maggioranza di due terzi. Se per oltre sei manca questo requisito la società viene sciolta. 
    • Soci della stp: i soci della società devono essere professionisti iscritti ad ordini, albi e collegi. I soci non professionisti possono partecipare pure ma devono svolgere attività tecniche strumentali alla società o devono parteciparvi solo per finalità di investimento.
    • Denominazione sociale: è obbligatorio inserire l’indicazione di società tra professionisti.
    • Polizza assicurativa: è obbligatorio stipulare un’assicurazione che garantisca la copertura dei rischi derivanti da eventuali danni causati ai clienti dai singoli soci professionisti della società.
    • Incarico professionale: conferito solo al socio professionista. Può essere designato direttamente o indirettamente dal cliente.
    • Cancellazione socio: l’esclusione del socio dal proprio albo di appartenenza comporta di rimozione anche della società. 

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    Perché costituire una STP?

    Lo svolgimento dell’attività professionale sotto forma di società è un’opportunità concreta per molti professionisti, i quali vedono in questa struttura solo aspetti positivi.

    Un punto a favore della stp è la possibilità di offrire più servizi verso la clientela. Tutto ciò si traduce in maggiori guadagni e, di conseguenza, più tasse (se non si sceglie la tipologia societaria perfetta).

    Leggi anche: Come risparmiare tasse grazie alle STP Società tra Professionisti

    Un altro punto a favore riguarda la possibilità di ridurre la responsabilità, aumentare la tutela del patrimonio personale e abbattere la pressione fiscale (soprattutto con redditi molto alti).

    Con quale tipologia di società costituirla?

    La società tra professionisti può essere costituita attraverso la forma giuridica delle società di persone:

    • Società semplice;
    • Società in nome collettivo;
    • Società in accomandita semplice.

    Sia sotto forma di società di capitali:

    • Società per azioni;
    • Società in accomandita per azioni;
    • Società a responsabilità limitata.

    Inoltre, può essere costituita anche come società cooperativa.

    Come scegliere la società giusta?

    Le possibilità di scelta sono tante, tutto viene demandato agli obiettivi dei soci, ai loro interessi e alle esigenze dirette della società. Punto focale della scelta è la possibilità:

    • di pagare meno imposte possibili 
    • e mettere al sicuro il patrimonio sia personale che societario.

    Prima di fare scelte affrettate, consultati con professionisti specializzati nel risparmio fiscale e nella protezione patrimoniale. Solo così sai di aver fatto la scelta perfetta per far crescere essenzialmente la propria società.

    Come Soluzione Tasse, grazie al nostro team di 35 professionisti, tra cui Dottori Commercialisti, Avvocati e Tributaristi, possiamo aiutarti a:

    • attuare una pianificazione fiscale strategica per ridurre il carico fiscale dal 20% al 70%;
    • tutelare il patrimonio aziendale per mettere la propria ricchezza al riparo dai possibili creditori (che possono essere Fornitori, Banche e soprattutto Fisco);
    • ottenere una crescita esponenziale, attraverso gli stessi strumenti che abbiamo usato per creare da zero e in soli 5 anni, un gruppo aziendale che fattura oltre 25 milioni e che abbiamo quotato alla borsa di Milano.

    Compila ora il questionario: 2 minuti del tuo tempo possono cambiare per sempre il tuo futuro fiscale, della tua impresa e della tua famiglia.

    Condivi l'articolo