PMI

SRLS: cos’è? Conviene davvero costituirla?

di Redazione Soluzione Tasse
25 Mar, 2024
Tempo di lettura
( parole )

Conserva ora questo articolo!

Inserisci qui sotto il tuo nome e la tua email. Riceverai subito un'email, con un link per rileggere l’articolo tutte le volte che vuoi.

    La srls, conosciuta come Società a responsabilità limitata semplificata (qui come costituirla), è una delle società di capitali che, assieme alla Srl tradizionale, è maggiormente presente nel sistema economico italiano. Una società nata una spinta alla crescita economica, visti i costi ridotti di costituzione. Viene scelta, infatti, da imprenditori che si approcciano per la prima con le società di capitali e che, per risparmiare sulla costituzione, prediligono questa scelta rispetto alla srl ordinaria. Tuttavia, non sono a conoscenza dei risvolti negativi di questa società, non solo dal punto di vista fiscale. Vediamo cos’è e se davvero conviene costituirla.

    Cosa si intende per SRL Semplificata?

    La Società a Responsabilità Limitata Semplificata (SRLS) è una forma societaria introdotta nel 2012 e regolamentata dall’art. 2463-bis c.c. Anch’essa come la srl tradizionale fa parte delle società di capitali, e come tale, anche la srls gode di autonomia patrimoniale perfetta, limitando la responsabilità patrimoniale dei soci.

    Ciò cosa significa?

    Se la società non riesce ad onorare un debito, il socio, come persona fisica, non ne risponde. A risponderne è solo la società stessa con il suo patrimonio. Ciò fa di questa società una delle forme giuridiche più sicure per chi vuole avviare un’attività e limitare le sue responsabilità.

    Rispetto a una normale srl (Società a responsabilità limitata), la srls ha:

    • Costi di costituzione più bassi.
    • Costituzione è più snella e meno burocratica

    Tuttavia, presenta alcune limitazioni rispetto alla srl ordinaria. Se si desidera superare i limiti imposti dalla legge, sarà necessario trasformare la srls in srl. In poche parole, la srls è un’ottima soluzione per chi vuole avviare un’attività in Italia con meno complicazioni e costi rispetto a una srl tradizionale, ma a patto di accettare alcune limitazioni.

    Principali svantaggi della SRLS

    Le principali limitazioni sono:

    • Capitale sociale limitato: capitale sociale minimo 1 euro massimo 9.999,99 euro. Un limite che rappresentare un problema per le attività che necessitano di un investimento iniziale più elevato.
    • Impossibilità di avere un amministratore unico non socio: l’amministratore di una SRLS deve essere necessariamente un socio.
    • Divieto di finanziamenti dei soci: i soci possono finanziare solo attraverso somme versate in conto capitale. Un vincolo che può limitare la capacità della società di ottenere capitali.
    • Maggiore onere informativo: obbligo di depositare un bilancio annuale e una nota integrativa più dettagliati rispetto a una srl ordinaria.
    • Scioglimento automatico: la srls si scioglie automaticamente se il capitale sociale si riduce al di sotto del minimo legale di 1 euro.
    • Minore attrattiva per investitori e istituti di credito: i suoi limiti della società srls la meno attraente per investitori e istituti di credito rispetto a una srl classica.
    • Difficoltà di recesso dei soci: il recesso è più complesso e costoso rispetto a una srl.
    • Impossibilità di quotarsi in Borsa: la non può quotarsi in Borsa.
    • Obbligo di versamento immediato del capitale sociale: il capitale deve essere versato al momento della costituzione della società.
    • Statuto non modificabile: la srl ha statuto predefinito e meno personalizzabile rispetto a una srl classica. Questo significa che i soci non possono modificare le regole di funzionamento della società in base alle loro esigenze specifiche.
    • Soci: solo persone fisiche, non persone giuridiche.

    Proprio l’impossibilità di modificare lo statuto e di avere soci persone giuridiche, fanno di questa forma giuridica una società molto limitante dal punto di vista fiscale.

    Se lo statuto non è personalizzabile, i soci non  possono apportare alcuna modifica. Ad esempio, non puoi inserire il TFM (Trattamento di fine Mandato) dell’amministratore, ovvero una sorta di TFR, o meglio conosciuta come “liquidazione”, che può essere riconosciuto all’amministratore della società.

    Essendo aperta solo a soci persone fisiche, non potrai mai adottare il c.d. schema “Holding-Trading” che porta con sé enormi vantaggi sia fini contributivi INPS che di imposte sul reddito IRPEF. Questo perché lo schema holding-trading, presuppone la presenza di due società, con una che detiene le quote dell’altra, operativa.

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    FAQ SRLS: le risposte alle tue domande

    • Che differenza c’è tra una SRL e una SRLS?

    La Società a Responsabilità Limitata Semplificata (SRLS) è simile alla classica SRL nel senso che le obbligazioni sociali sono coperte solo dal patrimonio aziendale, proteggendo così il patrimonio personale dei soci. Tuttavia, a differenza di una SRL ordinaria, non è richiesto un capitale minimo di 10.000 euro.

    • Quante tasse pagano la SRLS?

    La srls, come la srl, sconta Ires al 24% e Irap al 3,9% (percentuale che può essere alzata o abbassata di quasi un punto percentuale dalle regioni). A differenza della srl, la srls, però, non può attuata alcuna pianificazione fiscale finalizzata alla riduzione delle tasse.

    • Chi risponde dei debiti di una Srls?

    Nella società a responsabilità limitata per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il suo patrimonio. 

    • Cosa serve per aprire una SRL o una SRLS?

    Sono principalmente necessari i seguenti documenti e procedure: atto costitutivo e statuto della società; versamento del capitale sociale; indirizzo PEC che contenga il nome della società; firma digitale di tutti i soci che dovranno sottoscrivere atti e documenti.

    • Quando l’amministratore di una SRLS risponde con il proprio patrimonio?

    Gli amministratori che hanno presentato documenti fiscali per conto della società, non conformi alla normativa, causando accertamenti e rettifiche a carico della stessa, sono responsabili in solido.

    • Quali sono i vantaggi di una SRLS?

    Responsabilità limitata al capitale versato: in caso di fallimento o difficoltà economiche il patrimonio dei soci non è a rischio. Tassazione dei redditi in capo alla società: aliquota fiscale fissa che non aumenta proporzionalmente all’aumentare reddito (Ires al 24%).

    • Chi può essere socio di una SRLS?

    I soci possono essere solo persone fisiche e non giuridiche (ovvero un’altra società o trust, ad esempio).

    Una gabbia senza pianificazione fiscale

    Rispetto alla srl tradizionale ha un costo di costituzione vicino alla zero, ma per il resto la possiamo definire come una gabbia che non ti permette di poter attuare, in nessun modo, una corretta pianificazione fiscale per la tua azienda.

    Oltretutto, la gestione è identica alla srl tradizionale; ciò significa che, se apri una srls, avrai:

    • identico trattamento fiscale, quindi la società sarà soggetta ad Ires al 24% e Irap al 3,5%;
    • identica modalità di calcolo delle tasse;
    • identica redazione del bilancio;
    • identico trattamento contabile.

    Dunque, per risparmiare 2.500/3.000 Euro in più rispetto ad una Srl tradizionale, ti trovi poi a buttare un sacco di tasse non dovute; e questo perché? Perché, potendo adottare solo uno statuto standard, non ti permette di poter adottare una pianificazione fiscale, ovvero il più grande strumento strategico dell’azienda, che si attua al al fine di ottenere, in maniera onesta e legale, una riduzione dell’imposizione fiscale.

    Grazie a questo strumento, ad esempio, potrai conoscere in anticipo quante tasse andrai a pagare, senza magari arrivare a giugno (il mese in cui presentare la dichiarazione dei redditi) e scoprire di dover spartire il tuo utile con un socio occulto, il Fisco.

    Quindi se vuoi regalare altri soldi al Fisco, più di quanto già ti tartassa, apri la tua srls.

    Se invece vuoi avere una forma societaria che ti permette di crescere e di ridurre al minimo il tuo carico fiscale in modo onesto e legale al 100% chiedi una CONSULENZA OMAGGIO.

    Come Soluzione Tasse, grazie al nostro team di 35 professionisti, tra cui Dottori Commercialisti, Avvocati e Tributaristi, possiamo aiutarti a:

    • attuare una pianificazione fiscale strategica per ridurre il carico fiscale dal 20% al 70%;
    • tutelare il patrimonio aziendale per mettere la propria ricchezza al riparo dai possibili creditori (che possono essere Fornitori, Banche e soprattutto Fisco);
    • ottenere una crescita esponenziale, attraverso gli stessi strumenti che abbiamo usato per creare da zero e in soli 5 anni, un gruppo aziendale che fattura oltre 25 milioni e che abbiamo quotato alla borsa di Milano.

    Compila ora il questionario: 2 minuti del tuo tempo possono cambiare per sempre il tuo futuro fiscale, della tua impresa e della tua famiglia.

    Richiedi la tua prima consulenza gratuita

    Condivi l'articolo